Incontro con il passato (L')

Incontro con il passato (L')

Storiografia e filosofia della storia in Bernard Lonergan

232 pagine

Collana: Aloisiana Autore: Giuseppe Guglielmiisbn: 978-88-6124-576-1

-+

Nel corso della sua attività di studioso, il filosofo e teologo canadese Bernard Lonergan (1904-1984) maturò progressivamente la convinzione che la teologia dovesse abbandonare la Denkform scolastica per fare i conti con la ricerca storico-critica e con la sua interpretazione delle fonti cristiane. Nel suo sforzo di armonizzare tutti gli elementi dell’eredità cristiana, sosteneva infatti Lonergan, la teologia del passato non aveva compreso che la molteplicità dell’eredità cristiana non costituiva un problema logico o metafisico, bensì storico. A ciò egli intese rispondere con Method in Theology (1972), opera in cui portò a compimento il progetto intrapreso con Insight (1953): stabilire un metodo trascendentale in grado di fondare i singoli metodi usati nei vari campi del sapere. Lonergan articolò questo metodo in alcune specializzazioni funzionali, tra cui la History che aveva la finalità di stabilire – facendo leva sul giudizio razionale – come si erano realmente svolti gli avvenimenti del passato.

Dallo studio delle caratteristiche e degli obiettivi che Lonergan ascrive all’interpretazione e alla storia (il controllo del significato, la posizione subordinata dell’interpretazione, il carattere estatico dell’intelligenza storica, la centralità del giudizio), si evince però che il suo vero interesse non è consistito tanto nella considerazione della storia concreta quanto nell’elaborazione di una teoria della storiografia da collocarsi entro un quadro metodologico più ampio, rispondente alla metafisica trascendentale di Insight. Con tale opzione – sostiene l’autore in questo libro – Lonergan ha però sacrificato la peculiarità della storiografia (e più in generale dei saperi positivi in quanto Einzelwis- senschaften) a vantaggio di una prospettiva più sistematica e con finalità di integrazione epistemologica. Si può perciò sostenere che la History di Lonergan, piuttosto che presentarsi come una storiografia degli storici, vada inscritta nell’alveo di una filosofia (critica ed epistemologica) della storia.

Della stessa collana

Dello stesso autore