Vangelo nella città (Il)

Vangelo nella città (Il)

Studi in onore del card. Crescenzio Sepe Arcivescovo di Napoli per il 50° di ordinazione presbiterale e 25° di ordinazione episcopale

424 pagine

Collana: Extra Autori: Carlo Manunza, Edoardo Scognamiglioisbn: 978-88-6124-677-5

-+

 In occasione del duplice anniversario la PFTIM ha scelto di onorare il card. Sepe offrendogli i saggi di studio e ricerca raccolti in questo volume. Spaziano dalle radici bibliche e patristiche che ispirano la sua pastorale, fino ai dati di contesto e alla storia del suo episcopato. Preceduti dalla prefazione del preside e da una nota dei curatori, i contributi sono raccolti in quattro sezioni, che scandiscono il tema centrale del servizio al Vangelo nella città di Napoli. Nella prima, In principio la Parola, E. Appella offre una rilettura della storia biblica della salvezza da una prospettiva esodale, V. Scippa dà uno studio con attualizzazione pastorale del Sal 107 (106), P. Di Luccio confronta il Padre nostro con tre preghiere ebraiche e E. Salvatore si sofferma sulla famiglia costituita dalle due figure neotestamentarie di Priscilla e Aquila, scorgendone una rilevanza ecclesiologica. La II sezione, A servizio della Parola, inizia con un saggio del primo curatore, che proseguendo sulla linea tracciata dal primo contributo, declina il servizio dell’annuncio come accoglienza personale della Parola da parte di colui che la porta; accoglienza che, seguendo il cammino della Parola stessa dentro i suoi ascoltatori, se ne lascia attraversare fino a farla sgorgare all’esterno come condivisione, cosa che è appunto l’annuncio. Questo “stile di servizio”, che discende dall’incarnazione, consente di cogliere la sintonia fra i magisteri degli ultimi due pontefici: un test-case è l’architettura dei due documenti Verbum Domini e Amoris laetitia. C. Marcheselli-Casale approfondisce la strategia pastorale della lettera agli Ebrei, e G. Di Palma ripercorre in dettaglio l’ispirazione biblica di questo ministero dell’arcivescovile a partire dall’ambito qualificante che è la sua Lectio divina quaresimale. Seguono due lavori sulla Nuova Evangelizzazione, tema caro al cardinale: alcune suggestioni di A. Nugnes a partire dall’esegesi patristica della trafittura del sacro costato e un documentato studio di C. Matarazzo sull’evoluzione del dibattito su secolarizzazione e pastorale liturgica a partire dal pontificato di Giovanni Paolo II. La III sezione riflette sulla vita del pastore In mezzo al suo popolo. E. Scognamiglio dà una lettura a carattere esistenziale, teologico e spirituale del capitolo quinto dell’esortazione Evangelii gaudium, intitolato “evangelizzatori con Spirito”. A. Ascione chiarifica il lessico filosofico-antropologico della prossimità. I. Schinella si sofferma sui fondamenti cristologici del celibato ministeriale, F. Asti espone una proposta di statuto epistemologico sapienziale della teologia e infine G. Falanga riflette sulla centralità dell’Eucaristia nella testimonianza del cardinale. L’ultima e IV sezione allarga lo sguardo, ricordando che Nessuno è lontano dal ministero ecclesiale. F. Del Pizzo lo mostra nell’attenzione alla dimensione sociale del servizio episcopale di Sepe, mentre G. Castello nel tracciare la storia del cammino ecumenico napoletano dell’ultimo decennio. I contributi finali sono di P. Cacciapuoti, sui diritti umani in Occidente e nell’islam contemporanei, e D. Marafioti, con alcuni spunti per una lettura ecumenica delle formule trinitarie. A conclusione del volume una postfazione del presidente della Pontifica Accademia per la vita, mons. V. Paglia, compagno di formazione del card. Sepe negli anni del Seminario Romano e dell’Università Lateranense. Il volume attesta la scelta della Facoltà di esprimere gratitudine al suo Gran Cancelliere attraverso il lavoro di studio, cui è chiamata. La riconoscenza per il ministero episcopale non si è limitata alla semplice espressione di affetto filiale, ma si è incarnata nel servizio effettivo alla ricerca teologico-filosofica nell’orizzonte della complessa, ricca ma problematica e sfidante realtà napoletana.

Della stessa collana

Dello stesso autore